ciliegie di pecetto
Paniere dei prodotti tipici

Giornata frutticola e 30 anni di attività della FACOLT

Pecetto Torinese, 1 febbraio 2014

Trent'anni fa un gruppo di tecnici, enti e agricoltori pensarono, proposero, decisero e il 3 ottobre 1983 costituirono l'Associazione FACOLT - Frutticoltori Associati della Collina Torinese; volta in modo particolare al versante meridionale interessato dalla coltivazione del ciliegio, sia le Ciliegie di Pecetto che le Amarene di Trofarello. Quindi la collina da Moncalieri e Trofarello fino a Marentino e Sciolze, passando per Pecetto epicentro per le ciliegie. Alla costituzione e soprattutto all'attività  di questi 30 anni finalizzata allo sviluppo della cerasicoltura e della frutticoltura d'inizio estate vi contribuirono in modo determinante molti enti: dall'Università  di Torino-Dipartimento di agraria ai CATAC delle Organizzazioni Professionali Agricole, dalla Regione, Provincia e Camera di Commercio ai Comuni.

Con il lavoro sinergico di tutti si sono ottenuti buoni risultati, le notevoli energie profuse, sia in attività  e che finanziarie, hanno ben fruttato. Certo, forse si poteva fare di più. Tuttavia la FACOLT si ritiene già  soddisfatta, considerando che le aziende che 30anni fa, da queste parti usavano metodologie e strumenti produttivi diversi da quelli tradizionali erano 2 o 3, mentre oggi sono la norma nelle aziende più professionali, oggi assistiamo ad un rinnovo degli impianti molto al di sopra del trend tecnico-fisiologico e vediamo esempi consistenti di impianti fruttiferi all'avanguardia; considerando che le Ciliegie di Pecetto, non solo sono state riconosciute PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale), ma sono state riconosciute tra i prodotti agroalimentari d'eccellenza del Piemonte e sono state inserite nel Paniere dei prodotti tipici della provincia di Torino e ancora, più di tutto, considerando che le statistiche ci dicono che i giovani agricoltori a Pecetto sono tra i più numerosi nei comuni della provincia e ben al di sopra dei comuni affini della collina. Certo, quest'ultima situazione non è solo da attribuire alla frutticoltura, ma qui oggi tutti i giovani hanno scommesso anche nella cerasicoltura.

Purtroppo, la FACOLT finora non è riuscita a trainare granché gli altri comuni del territorio come era nei programmi dei fondatori e rimane dell'Associazione; ma è consapevole che non può farlo da sola, per cui chiede e offre la collaborazione di tutti: dagli enti pubblici ai privati agricoltori, ma anche ai consumatori che con il loro accorto stimolo possono essere di stimolo per una produzione ecosostenibile di qualità.

Per ricordare e festeggiare questo traguardo, per ringraziare i tecnici, gli enti e i soci fondatori, per ringraziare tutti gli enti e organismi che hanno accettato di unire le energie e lavorare assieme, che hanno dato il loro contributo riponendo fiducia in questa Associazione e al suo progetto, la FACOLT li ha invitati tutti per martedì 11 febbraio alle ore 18, a Pecetto Torinese, Piazza Roma, presso la sala incontri 'Chiesa dei Batù'.

Questa riunione è preceduta da un'intera giornata dedicata allo sviluppo frutticolo della Collina, in specie della frutta d'inizio estate. Come indicato nella specifica locandina si tratterà  in modo molto pratico e concreto di tecniche d'avanguardia per la conduzione dei frutteti: impianti fitti a spalliera, irrigazione a goccia, copertura antipioggia per il ciliegio, oltre alla difesa fitosanitaria e alla conduzione del suolo ecosostenibili. Incontro rivolto soprattutto ai giovani che vogliono impiantare o condurre i frutteti delle aziende familiari, o alle quali offrono i loro servigi, secondo le metodologie all'avanguardia a livello nazionale e secondo le direttive comunitarie.

Si inizia al mattino alle 10:00 proprio in campo in un giovanissimo frutteto (con questo tempo, purtroppo ci infangheremo), per passare al pomeriggio alle 14:30 in sala ad approfondire gli stessi temi e in modo più puntuale la biologia e la difesa da alcuni parassiti che hanno arrecato più problemi in questi anni, ma anche le varietà.

La FACOLT